• Pubblicata il
  • Autore: #GIULIETTA.B.
  • Categoria: Racconti lesbo
LESBICA? NOOO, BEDDA DENTRO! - settima parte - Palermo - Verona Trasgressiva
  • Pubblicata il
  • Autore: #GIULIETTA.B.
  • Categoria: Racconti lesbo

LESBICA? NOOO, BEDDA DENTRO! - settima parte - Palermo - Verona Trasgressiva

********* s'è girata verso di me scuotendo la testa come per dire: "Non è colpa mia, io ho mantenuto la promessa, sei stata tu a portare una tua amica...". Poi s'è avvicinata con la bocca alle labbra di Carmela, mormorando:
- Sei mai stata con un'altra ragazza con una donna immaginava benissimo cosa stava per accadere e non s'è opposta in nessun modo. I suoi occhi e quelli di ******* si sono incontrati e qualche secondo dopo erano lingua a lingua.
Io mi stavo mordendo le labbra per non parlare, ma sentivo entrambe respirare in fretta e ciucciarsi. Si sono girate l'una sull'altra, la lesbicona s'è tolta l'accappatoio e con le mani ha svestito la giovane preda con frenesia animalesca, lasciandole solo gli stivali.
- Tu si' bedda dentro... come a Giuly, e come lei sei stanca di essere scartata da ragazzi fetusi e uomini che ragionano con la minchia. Loro non ti meritano...
******* ha guardato in basso e ha visto il viso di Carmela arrossire e i suoi capezzoli irrigidirsi sulle timide minne. Con la bocca è scesa tra le sue grosse cosce e le ha sparato una leccata di fessa da paura, facendola gridare e contorcere come aveva fatto con me sette giorni prima. Io stavo a guardare e mi sditalinavo in silenzio. Sapevo che sarebbe arrivato anche il turno mio. Difatti, mentre la mia amica riprendeva fiato dagli orgasmi ripetuti, ******* si è seduta a cavalcioni su di me e mi ha spogliata nuda, si è chinata e mi ha leccato da capo a piedi con la sua lingua instancabile, e poi mi ha invitato a fare altrettanto.
Carmela, dopo la pausa, s'è versata un'altra tazza di tè al limoncello e m'ha dato il cambio, rivelando un'insospettata abilità nel cunnilingus e facendo godere la nostra "insegnante" come se fosse lei la scolaretta.
Mentre noi, mezze ubriache di tè cinese (??), ridevamo e ci toccavamo, lei si è allontanata e poi è tornata con una scatola di grossi cerotti.
- Ecco qui, mie care dilettanti lesbo girls, io non inquadrerò mai le vostre facce, ma voi copritevi tatuaggi e segni particolari, perchè state per essere immortalate nella storia dell'arte!
Dopo aver scattato un'infinità di fotografie oscene, ha diretto il secondo round di ennesime porcate tra femmine e s'è fatta portare una cena per tre a domicilio, otdinata per telefono a una rosticceria cinese poco distante. Tra un involtino primavera e un maiale al bambù, ancora mezza brilla, ho detto:
- Ma sei proprio fissata coi cinesi. Il tè, il cibo...
- Devo farvi una confessione: il tè cinese, una stronzata fu. C'era più limoncello che tè...
- Veramente dici... Minchia, non ce n'eravamo manco accorte!
Dopo esserci fatte una lunga risata, ******* ha aggiunto:
- Che ne dite, ci vediamo anche il prossimo sabato?
- Perchè no? Siamo o non siamo "bedde dentro"?

FINE

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati